Rino Alaimo


Rino Alaimo
Il bambino che amava la luna

illustratore, animatore

"Di questo autore, la rivista statunitense Publishers Weekly ha scritto: “È evidente che si tratti di un fine artigiano in entrambi i media dell’illustrazione e del cinema"

Alaimo inizia la sua carriera come Videomaker e animatore stop motion, nel 2006 vince la sezione cinema del concorso romano MArteLive con il cortometraggio "A milioni di chilometri dalla terra", realizzato animando vecchi giocattoli.

Nel 2012 con il cortometraggio animato "The boy and the moon" da lui scritto e realizzato vince il premio GIOTTO SUPER BE-BÈ alla 42ª edizione del Giffoni Film Festival[3] con la seguente motivazione "Per l’originalità del trattamento e delle tecnica utilizzata, capaci di esprimere al meglio la creatività italiana. Per la capacità di accompagnare lo spettatore in un viaggio appassionante che sembra condurre verso la felicità, fil rouge di questa edizione del Giffoni Film Festival".

Il corto è stato distrubuito principalmente attraverso festival cinematografici statunitensi dove, tra gli altri, nel 2014 è stato ospite al Roy and Edna Disney theatre di Los Angeles durante l'evento REDCAT.

Nel 2015 l'editore americano Familius ha pubblicato un albo illustrato tratto dal cortometraggio con il titolo "The boy who loved the mooon". Il libro è attualmente tradotto in 8 lingue tra cui cinese.

In Taiwan l'opera è stata adottata da scuole, asili e dalla Facoltà di Filosofia di Taipei come materiale per corsi di pedagogia

Nel 2017 i primi due libri di Alaimo sono diventati videogiochi per cellulari."

QUESTO SITO È STATO CREATO TRAMITE